SEZIONE LAVORAZIONE LAMIERA

La sezione della lavorazione lamiera comprende:

  • Una parte di svolgitura (culle per bobine, aspi, guide lamiera, etc.),
  • una serie di macchine per il trattamento della lamiera o particolari esigenze di produzione (giunzione automatica, applicatore blue tape per overlapping, effetto corona, applicatore film protettivo)
  • la parte di profilatura (micronervatori e differenti tipi di profile per pannelli parete e/o per pannelli copertura)
  • tutte le strutture necessarie per sostenere le macchine relative alla lamiera superiore e per consentire l’accesso a detta zona.
SEZIONE DI SCHIUMATURA E FORMATURA

La sezione di schiumatura e formatura può essere considerata un po’ il “cuore” dell’impianto ed è principalmente composta da:

  • Zona di preriscaldo per portare le lamiere ad una temperatura adeguata per il processo all’interno del doppio nastro.
  • Una serie di attrezzature per l’inserimento di componenti accessori del pannello (nastri adesivi, guarnizioni o rivestimenti flessibili)
  • I dispositivi di sicurezza (quali sensori e sistemi di aspirazione) nell’area di schiumatura
  • L’unità di schiumatura (miscelazione e distribuzione della schiuma isolante)
  • Il doppio nastro con tutti i suoi accessori per la formazione del pannello

 

SEZIONE DI TAGLIO

La sezione del taglio pannelli normalmente include :

  • Una taglierina che può essere con sistema a disco (singolo o doppio) o a nastro
  • Lo scarico (a rulliera o tappeto) che permette la separazione dei pannelli tagliati e la loro evacuazione verso la zona di manipolazione o scarico finale
  • Un sistema di aspirazione delle polveri create dal taglio stesso
  • Una cabina di protezione ed insonorizzazione (optional)
  • Accessori vari (sistema di pulizia del pannello dopo il taglio, separatori della parte di sormonto, etc.)
SEZIONE SCARICO E IMBALLAGGIO

E’ la parte finale della linea e può essere composta da :

  • Un magazzino di raffreddamento (per pannelli di alto spessore)
  • Un sistema di ribaltamento (principalmente utilizzato per pannelli grecati) che permette un impilamento successivo più razionale
  • Un sistema di impilamento dei pannelli
  • Un’imballatrice (normalmente di tipo orbitale)
  • Tappeti, rulliere, nastrini, etc. per le varie movimentazioni dei singoli pannelli, delle pile o dei pacchi già imballati
LINEE RW E EPS

  • L’isolamento dei pannelli sandwich può essere costituito anche (oltre al poliuretano) da lana di roccia o EPS, quest’ultimo meglio conosciuto come polistirolo.
  • La differenza sostanziale rispetto alle linee che producono pannelli in poliuretano, sta nel fatto che vengono alimentati in linea gli isolanti già composti che, grazie a degli adesivi distribuiti in modo automatico e continuo e alla permanenza all’interno del doppio nastro, aderiscono in modo perfettamente solidale alle lamiere per formare il pannello finale.
  • Anche in questo caso Kronn è in grado di progettare linee specifiche in base alle necessità dei clienti con diversi gradi di automazione e capacità produttive.